La deliziosa cittadina di Stintino offre parecchie meraviglie da visitare, si affaccia sul golfo dell’Asinara, sulla costa nord-orientale della Sardegna. Ha una data di nascita molto precisa, il 1885, quando le famiglie dei pescatori che abitavano l’isola dell’Asinara furono sfrattate per far posto alla colonia penale e dovettero fondare un nuovo insediamento a Capo Falcone. L’origine del toponimo deriva dal sardo “s’isthintinu”, cioè il budello, dal nome dato allo stretto fiordo su cui sorse il paese. I due porti – Portu Mannu e Portu Minori – sono attrezzati per il turismo nautico.

Nei dintorni, a pochi chilometri dall’abitato, sorgono le antiche tonnare che fino al XX secolo erano una delle principali fonti economiche del paese. Oggi, ristrutturate, sono destinate a scopi turistico – ricreativi. Tutta la costa di Stintino è orlata da candide spiagge, che fanno di questo paese uno dei più rinomati centri di villeggiatura di tutta la Sardegna. Stintino presenta un piccolo centro storico nel quale si possono visitare le attrazioni principali nonostante la maggior parte dei turisti la visitano per le sue spiagge; immancabili le escursioni, passeggiate e innumerevoli sport che è possibile praticare, a contatto con la natura.

Simbolo di Stintino è la famosissima spiaggia della Pelosa, affacciata sul golfo dell’Asinara, e sull’omonima isola e si distingue per la sua finissima e chiara spiaggia. Sull’isola si trova la Torre della Pelosa. Anche Stintino città è caratteristica ed interessante da visitare, è piccola ma allo stesso tempo molto pittoresca con un bellissimo porto turistico. Il paese si stringe intorno alla Chiesa dell’Immacolata Concezione, l’unica del piccolo paese, caratterizzato da case basse e colorate tipiche del borgo marino. Per gli amanti dello shopping si possono trovare diverse piccole botteghe al centro del paese nelle quali poter acquistare souvenir e articoli relativi all’artigianato locale. Sul lungomare è possibile anche trovare negozi di abbigliamento e di oggetti di ogni tipo anche semplici t-shirt, cartoline e gioielli. Piccole gioiellerie che offrono la possibilità di poter acquistare pietre preziose ed oggetti interessanti. Non mancano i negozi che vendono prodotti legati all’enogastronomia locale, piccole bancarelle al centro del paese, nella piazzetta principale, sia quando è presente il mercato settimanale che quando vengono organizzate sagre e altri eventi.

Da provare la Bottega del Formaggio, per gli amanti del pecorino sardo, un piccolo locale che vende ogni tipo di pecorino sardo con varie stagionature e con la possibilità di fare pacchi regali da portare con sè, da non perdere anche l’ottima crema spalmabile al pecorino fuso, i prezzi sono molto vantaggiosi ed economici. A Stintino ci sono anche super market e negozi alimentari che vendono ottimi prodotti genuini con salumeria, ortofrutta, pescheria e prodotti tipici locali. Per la scelta enogastronomica a Stintino si possono degustare numerosi piatti tipici locali che offrono specialità di mare, tipiche sarde e marinari con piatti regionali.

Il centro di Stintino si caratterizza per i piccoli ristoranti a conduzione familiare che offrono la possibilità di degustare piatti tipici e locali. Altri ristoranti si trovano anche vicino al mare e godono di un meraviglioso e suggestivo panorama; per pranzi più veloci ed economici ci si può rivolgere anche ad alcuni ristoranti con prodotti da asporto e self-service, o sul lungomare alcuni bar con prodotti sempre locali, lounge bar, piccoli chioschi e wine-bar. Per i più golosi, non mancano le pasticcerie e i classici biscottifici con produzione di dolci tipici locali, gelaterie artigianali e paste sempre fresche. Nei vari villaggi e grandi resort ci sono anche pizzerie, napoletane e romane e menu classici e vantaggiosi.

Il modo ideale per visitare il piccolo borgo di Stintino è a piedi, la maggior parte dei visitatori utilizza un proprio mezzo, o noleggiano un auto. I mezzi locali sono efficaci soprattutto durante il periodo di alta e altissima stagione. I bus e le navette hanno una cadenza regolare e molto frequente, per la famosa spiaggia della La Pelosa si consiglia l’uso della navetta in quanto il parcheggio per l’auto è difficile da trovare e costoso.